Inaugurato oggi a Faenza un nuovo impianto di biometano di Caviro Extra dal costo di 9 milioni di euro. Ha una capacità produttiva di 12 milioni di Nm3 di biometano avanzato che verranno immessi nella rete nazionale Snam e destinati al rifornimento di circa 18mila autovetture in un anno.

«Il biometano in uscita dal nostro impianto -ha sottolineato Fabio Baldazzi, direttore generale Caviro Extra- è classificato come avanzato, perchè nasce dai sottoprodotti della filiera agroalimentare e quindi senza sottrarre terreno all’agricoltura per la produzione di colture adatte a diventare biogas”.