Oltre 20mila spettatori in presenza, distribuiti su 18 tribune, con 18 parcheggi a disposizione individuabili attraverso una App dedicata e utilizzata da oltre il 40% del pubblico, 23 gate, 700 steward e una procedura di ingresso e uscita molto rigorosa, assistita e monitorata costantemente: sono i numeri della prima tappa del Motomondiale 2020 in Emilia-Romagna lo scorso fine settimana, ma che da venerdì 18 a domenica 20 settembre concederà il bis sempre al circuito di Misano Adriatico dedicato a Marco Simoncelli, un impianto sviluppato su 65 ettari che potenzialmente può ospitare 100mila spettatori, oltre 40mila in tribuna, capienza ovviamente limitata per questi due eventi.

Una vera e propria maratona per la MotoGp, con il primo Gran Premio Lenovo di San Marino e Riviera di Rimini appena concluso e il prossimo, dal 18 al 20 settembre, all’esordio: il Gran Premio Tissot dell’Emilia-Romagna e Riviera di Rimini.

Senza dimenticare gli eventi collaterali che affiancano, sul territorio, le giornate di prove e gare: 16 appuntamenti organizzati nei comuni di Rimini, Misano Adriatico, Bellaria-Igea Marina, Cattolica, e Coriano nei due week end di gare, tra esposizioni di moto storiche, incontri e talk show, concerti e proiezioni di film e documentari e altre iniziative per conoscere meglio il mondo delle due ruote e i suoi campioni.