“C’è anche il Comune di Forlì, con ben otto siti, nella mappatura delle zone del territorio regionale, interessate dalla presenza di amianto”. Lo denuncia il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli che cita la documentazione elaborata dall’Assessorato per le politiche della salute.

“Secondo quanto riportato nel progetto – prosegue Pompignoli – l’attività di bonifica per rimozione completa del materiale contenente amianto, al 31 dicembre 2016, ha riguardato 894 siti, su un totale di 1198 mappati inizialmente. I 304 siti rimasti in mappatura comprendono anche quelli in cui sono stati effettuati interventi di parziale rimozione, incapsulamento o confinamento. Di questi, 8 ricadono nel Comune di Forlì”.

Scorrendo l’elenco fornito dalla Regione, gli otto edifici pubblici che ancora oggi, nel forlivese, contengono particelle di amianto, in diverse percentuali, sono la scuola materna “La Chiocciola”, il centro sportivo La Pianta, le scuole medie Mercuriale, il tiro a segno nazionale, la palestra Record Body, la scuola elementare Dante Alighieri, l’Istituto professionale Melozzo e la scuola elementare Diego Fabbri.