Aveva tentato di disfarsi della droga lasciandola cadere sotto alla scrivania nella caserma dei Carabinieri.

La ragazza fino ad oggi incensurata aveva con se ben 51 dosi di cocaina. Il tutto è nato da un controllo di una giovane faentina in via della Croce, in centro a Faenza. La donna era stata notata per strada da una pattuglia dei militari del Borgo in compagnia di una persona molto nota alle forze dell’ordine. Dopo aver chiesto i documenti a entrambi, l’atteggiamento nervoso della ragazza ha fatto decidere i Carabinieri ad approfondire le cose, così l’hanno portata in caserma per sottoporla ad una perquisizione personale, per la quale era necessario far arrivare una delle carabinieri donna in servizio in città. Uno dei militari ha iniziato a compilare alcuni documenti, in attesa della collega che avrebbe eseguito la perquisizione personale; questo però ha notato che la ragazza sfilava dei piccoli involucri di plastica dal reggiseno e li gettava per terra, proprio sotto la sua scrivania. A quel punto la cosa le è stata fatta notare e dopo aver recuperato quelle che poi si sono rivelate dosi contenente cocaina è stata tenuta sotto stretta osservazione fino all’arrivo del Carabiniere donna che durante la perquisizione personale ha trovato altri involucri di cocaina proprio nel reggiseno. In totale la 25enne nascondeva 51 dosi di cocaina per un peso complessivo di 30 grammi. Informato il Pm di turno, la ragazza è stata accompagnata al carcere di Forlì in attesa dell’udienza di convalida. Stamattina l’arresto è stato convalidato e la 25enne è stata collocata agli arresti domiciliari in attesa del processo.