Da qualche mese a Faenza è stato riattivato il servizio dell’Informagiovani, dato in gestione a una cooperativa ravennate che si occupa di interfacciarsi con il mondo giovanile al quale fornisce una serie di informazioni utili per vivere al meglio il territorio e per dare indicazioni sullo studio o il lavoro. Tra le attività previste dall’Informagiovani messo a disposizione dall’Unione c’era anche la creazione di un applicativo per i multimediali attraverso il quale poter accedere anche on line ai servizi offerti.

Da qui è nato il progetto ‘APPlichiamoci’ portato avanti da due classi di due istituti superiori della città a indirizzo informatico, l’Oriani e il Bucci, che hanno portato avanti il lavoro attraverso il quale è poi nata la vera e propria App. La novità è stata presentata in Comune nel corso di una incontro con la stampa. I ragazzi hanno illustrato il percorso fatto per arrivare all’applicativo definitivo; si è partiti da un sondaggio di circa 300 giovani studenti tra i 15 e i 19 anni attraverso il quale sono stati chiesti pareri su cosa i fruitori dell’App avrebbero voluto trovare al suo interno. La seconda fase ha comportato la progettazione dell’App stessa, percorso durante il quele i 14 studenti delle due scuole superiori, sono stati affiancati da un professionista per progettarla, testarla e poi inserirla nello Store. Al momento l’App, che può essere scaricata gratuitamente, è solo per ambiente Android ma è in programma anche il varo per iOS. “Attraverso questa app –ha detto l’assessore Simona Sangiorgi- cerchiamo di accorciare le distanze tra le istituzioni e il mondo dei ragazzi”. All’interno dell’applicativo tantissime informazioni, divise per sezioni: Lavoro, Formazione, Istruzione, Tempo libero, Volontariato ed Estero.