La Formula 1 torna a Imola con il “ Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna”: dal 16 al 18 aprile, prima tappa in Europa del mondiale di automobilismo. Per la terra dei motori una nuova conferma dopo il Gran Premio svoltosi alla fine dello scorso anno, che aveva visto la Formula 1 di nuovo sulle rive del Santerno dopo 14 anni dall’ultima edizione del 2006. Ma, anche, una nuova occasione di visibilità internazionale, grazie all’Accordo tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Ice – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – e Regione Emilia-Romagna per la promozione e valorizzazione delle eccellenze del Made in Italy, a partire proprio dalla filiera dell’automotive.

Banner fisici e “digitali” lungo i circuiti, contenuti video durante le dirette degli eventi e trasmissioni tv dedicate, campagne digital e un portale dedicato, incontri virtuali B2B fra imprese italiane e operatori esteri, presenza ad eventi internazionali e, su tutto, un’immagine globale, coordinata ed univoca, inneggiante al Made in Italyuna delle realtà più ammirate -e copiate- al mondo.

I più prestigiosi appuntamenti motoristici dell’Emilia-Romagna nel 2021 – dal Gran Premio di Formula Uno di Imola alla MotoGP di Misano Adriatico, passando per il Motor Valley Fest di Modena e la tappa della Superbike sempre a Misano Adriatico, ma non solo – diventano veicoli promozionali per l’eccellenza italiana dell’automotive: il “Fatto in Italia a due e quattro ruote.

Le dirette Tv delle gare verranno trasmesse in 22 Paesi del mondo. Una visibilità straordinaria a cui si aggiunge l’audience dei media dell’informazione che daranno notizia delle competizioni e una previsione di 90 milioni di impressions sul web.

La massiccia campagna multilivello, che scenderà in pista a partire dal “Pirelli Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia- Romagna” al Circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola, è il risultato dell’accordo siglato tra Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale (Maeci), Ice – Agenzia per la promozione all’estero e all’internazionalizzazione delle imprese italiane – Regione Emilia-Romagna e Apt Servizi Emilia-Romagna.

Obiettivo: valorizzare a livello mondiale quel connubio di tradizione e innovazione, qualità della manifattura e ricerca applicata, passione imprenditoriale e stile unico, che rendono le auto e moto realizzate nel nostro paese le più desiderate e ammirate ai quattro angoli del globo, e allo stesso tempo favorire nuove opportunità B2B legate alla filiera dell’automotive. Non solo, grazie all’iniziativa si intende generare consapevolezza sul Paese e sulle sue potenzialità, promuoverne la scoperta e sostenerne l’export, nonché aggregare risorse, progettualità e start up dedicate alla mobilità del futuro.

Domenica 18 aprile, in occasione del Gran Premio a Imola, le Frecce Tricolori sorvoleranno la griglia di partenza dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari. I velivoli MB339PAN della Pattuglia Acrobatica Nazionale stenderanno il verde, il bianco e il rosso della bandiera italiana sul circuito automobilistico emiliano‐romagnolo.

“Da sindaco di Imola sono orgoglioso che nel loro 60esimo anniversario le Frecce Tricolori, che rappresentano in tutto il mondo l’emblema del Made in Italy, effettuino il sorvolo della griglia di partenza, per il Gran Premio di F.1, a testimoniare il valore delle eccellenze italiane e come simbolo di ripartenza”, sottolinea il primo cittadino di Imola, Marco Panieri.

Le Frecce Tricolori tornano dopo più di 40 anni nei cieli di Imola: era il 14 settembre del 1980 quando i velivoli G91 della Pattuglia Acrobatica Nazionale si esibivano con il loro programma acrobatico sopra il circuito di Imola in occasione del primo ed unico GP d’Italia valido per il campionato mondiale a non disputarsi a Monza.

 

L.V.