Oltre 300mila euro per i plessi scolastici massesi in vista dell’avvio del nuovo anno scolastico: a tanto ammonta l’impegno, previsto dal Comune già prima della pandemia, per la riqualificazione delle scuole di Massa Lombarda.

La ripresa delle attività didattiche a settembre nelle scuole di Massa Lombarda sarà in presenza per tutti gli studenti, senza dover ricorrere a sottoclassi o doppi turni. Questa conferma arriva dopo un attento e serio lavoro organizzativo che ha visto coinvolti l’assessorato alle Politiche Educative, l’Ufficio Tecnico del Comune e l’Istituto Comprensivo “Francesco D’Este”, che per il territorio di Massa Lombarda comprende i plessi di scuola Primaria Quadri e Torchi e la scuola secondaria di primo grado “Salvo D’Acquisto”.  Grazie all’attento, rigoroso e capillare lavoro di organizzazione e riorganizzazione degli spazi dei plessi scolastici da parte dell’Ufficio Tecnico del Comune di Massa Lombarda, che ha permesso di azzerare le criticità, al suono della prima campanella tutte le alunne e gli alunni potranno riprendere regolarmente le lezioni nelle loro aule ordinarie. 

Fondamentale la proficua collaborazione con la dirigente dell’Istituto comprensivo Giovanna Castaldi, con la quale si è da subito instaurato un rapporto di grande collaborazione. Ulteriori risorse, da sommare agli oltre 300mila euro, sono arrivate grazie alla partecipazione dell’Ufficio Tecnico di Massa Lombarda al Bando assegnazione risorse PON, che ha assegnato al Comune di Massa Lombarda 40mila euro (cifra stabilita d’ufficio dallo Stato in base alla popolazione scolastica). Questa somma è stata impiegata per finanziare il progetto di ristrutturazione funzionale e recupero degli spazi ex laboratorio, situati al piano primo dell’ala ovest delle scuole primarie Quadri. Il progetto, curato per il Comune dall’ingegner Stefania Montanari, prevede il recupero di quattro aule che saranno destinate come spazi “polmone” da sfruttare per l’attività didattica e laboratoriale. Le aule riqualificate permetteranno di affrontare eventuali criticità o emergenze che in corso d’anno si potrebbero verificare su tutti i plessi massesi. Infine, sempre attraverso l’assegnazione dei fondi e con un’aggiunta di oltre seimila euro da risorse di bilancio del Comune di Massa Lombarda, sarà riorganizzato l’accesso alle scuole medie, così da prevedere gli ingressi scaglionati degli alunni nella struttura di via Roma.